Crea sito

Bolle sulla nuca in concomitanza della iniezione della Vitamina B12 + Carenza di B12

Dalla comparsa della malattia ad ogni scadenza della somministrazione della Vitamina B12 (ogni mese), pochi giorni prima (dai 6 ai 3 giorni prima della iniezione), compaiono due o tre bolle sulla nuca (tra l’altro sempre negli stessi identici punti), molto in rilievo e molto dolorose se sfregate (bruciano). 

Dopo l’iniezione queste bolle misteriosamente scompaiono e ricompaiono nuovamente pochi giorni prima della successiva scadenza.

Nessuno mi ha saputo dire come mai, perchè e cosa significhino. Anzi uno stimato immunologo mi ha spiegato così la cosa “ognuno attiva propri segnalatori quando passa in riserva” alludendo al fatto che comunque indicano l’esaurimento dei livelli di B12 ma non Vi è l’assoluta certezza.

Gennaio 2010 = Posso dire con assoluta certezza che in concomitanza delle pause della terapia B12 anche mediante l’uso di opoterapici, la bolla sulla nuca continua ad apparire… posso dare quindi conferma che effettivamente segnala un calo di questo elemento, anche se non è un test scientificamente provato e confermato dalla medicina.

Marzo 2013 = Effettuato la visita dal Gastroenterologo ed ho rifatto presente questa particolarità visto che mi chiedeva se avevo avuto recentemente afte. Mi ha prescritto l’uso di Gliptide granulato 200mg, Normix 200mg (solo per tre giorni al mese, dal 10 al 12 di ogni mese). Per la somministrazione, far riferimento alla pagina FARMACI E FISIOTERAPIA.

Non sono stato a chiedere bene nel dettaglio cosa pensa lui di tutto ciò, visto che la visita già si prolunga normalmente per la vastità di cose da vedere.

Giugno 2013 = Le analisi di routine hanno evidenziato un brusco calo di B12, per la quale il gastroenterologo ha consigliato di ravvicinare le iniezioni da una ogni 30 giorni a una ogni 15/20. Ha inoltre consigliato una nuova EGDS per valutare cambi nell’ambiente gastrico.

Settembre 2013 = Eseguita la EGDS (immagini) arriveranno in seguito gli esiti della Biopsia. Rifatto anche analisi, la B12 è nei range ma troppo vicina al minimo per essere passati solo 15 giorni dalla somministrazione. Questi valori non si aveva nemmeno con la cadenza mensile. Attesa visione da parte dei medici prescrittori. Referti Pag. 1 – 2 – 3.

Referto Biopsia da sottoporre al gastroenterologo il 09/10/2013.

Ottobre 2013 = Il Professore ha raccolto le ultime novità sul mio stato di salute. A partire dalla pressione arteriosa che da giugno, specialmente la minima, non si abbassa e la contemporanea carenza di B12 nonostante intramuscolare e nonostante nel contempo da luglio lo stesso Professore me la fece abbassare a 1 Dobetin 5000 da 30 gg a 15 gg. Il Professore è abbastanza preoccupato per questo calo improvviso ed io altrettanto ovviamente, anche perché sto assumendo B12 nell’unico modo alternativo allo stomaco e che fino a luglio era ben accetto, l’intramuscolo. Non è comprensibile questa perdita di B12 intramuscolare, non è proprio nota come eventualità, se non per qualche rarissima microlesione ai tubuli renali, nemmeno documentabile tra le altre cose… oppure la seconda alternativa plausibile ma per il Professore improbabile, che il mio organismo sta tentando di rimarginare il midollo spinale danneggiatosi 10 anni or sono. Ovviamente il sistema non sa che non riuscirà mai in questa impresa e quindi utilizza tutta la B12 reperibile.

Al che ho fatto presente che le mie urine da un po’ di mesi a questa parte, subito dopo la somministrazione di Dobetin, si colorano di rosso, anche più o meno intenso, per poi tornare normali già nella seconda minzione. Le perdo con le urine? Quindi torniamo al machiavellico pensiero, c’è una microlesione nel sistema renale? 

Se così fosse, allora esisterebbe anche la relazione Pressione minima alta/Perdita di B12. Infatti io insisto, e l’ho fatto presente anche al centro ipertensione senza ottenere molto ascolto, ho notato la coincidenza: fino a giugno avevo la pressione regolare e la B12 era mantenuta, non altissima, ma il valore che ora registro dopo 15 giorni, io l’avevo dopo 30 giorni dalla somministrazione. Cosa è cambiato da giugno ad oggi, rispetto i 10 anni prima?

Il Professore mi ha cambiato la terapia di Dobetin, accorciando ulteriormente i tempi di somministrazione, da 15 a ogni 7 giorni, ed ha modificato l’assunzione di B9  (Prefolic) coprotagonista nelle fasi di stoccaggio della B12. Ora devo somministrare Prefolic 50mg fiale via intramuscolo ogni 7 giorni (ma non in contemporanea alla B12), contro i 15mg che prendevo prima per via orale. Inoltre, al fine  di creare un tappeto delle vitamine del gruppo B, per  quanto possibile assorbirle, l’assunzione ogni giorno di Betotal.

Tra 30 e poi 90 gg ritestare la B12 e la B9 (folati). Tra 30gg tutti gli altri esami. Inoltre mi ha prescritto un Gastropanel e una Ecografia fegato/reni/arterie renali. Con lui ci rivediamo a 90gg.

Ora l’obiettivo è colmare per quanto possibile la carenza di B12 e individuarne la causa di questa inspiegabile e preoccupante situazione. Qualora fosse il vano tentativo di auto-riparare la precedente degenerazione midollare, c’è poco da fare se non accontentare il sistema fornendogli la B12 continuativamente sperando però di non dover arrivare a ridurre ulteriormente i tempi di somministrazione onde evitare anche una tossicità della medesima. Se si trattasse di microlesioni ai tubuli, non ho avuto indicazioni terapeutiche in tal senso, non so se perché il Professore non da peso a questa eventualità o se perché ben poco si può fare.

27/11/2013 = Visto aver colmato tutti gli esami indicati dal Medico a 30gg dal cambio terapia, ora attendo un suo parere e indicazione. Eccoli tutti (Ecografica Addome) + (Gastropanel) + (Analisi a 30gg 1 – 2 – 3). Nel frattempo per capire a 12 giorni quanta B12 ho, ho ripetuto oggi alcune analisi + altre aggiunte dal mio Medico di base, per la vicenda ipovitaminosi D3 emersa con gli esami del 12/11/2013.

13/12/2013 = Eseguito un week hospital presso l’ospedale Careggi di Firenze, per cercare di fare una diagnosi aggiuntiva, ma non è emerso nulla di facile e di significativo. Le indagini dovranno andare avanti ma secondo i medici, attualmente l’ipotesi più plausibile è la Sindrome di Stiff-Man in una versione particolare visto che nel mio caso sarebbe emilatero (solo DX) mentre normalmente nei pochi casi al mondo, colpisce entrambe i lati. Si vedrà cosa emergerà dagli approfondimenti.

Per vedere l’intera cartella, clicca qui.

24/02/2014 = Le analisi confermano nuovamente una insoddisfacente presenza della Vitamina B12, a soli 14 giorni dalla somministrazione di Dobetin 5000. Avere 389 dopo 14 giorni significa che ne ho persa già troppa e tra altri 16 giorni, cioè quando dovrò ripetere la puntura, quanto sarà? Attendo parere del Gastroenterologo. Referto

10/05/2016 = Il fenomeno delle bolle sulla nuca non si evidenzia da alcuni mesi, nonostante i valori della B12 (analisi del 05/02/2016) non siano eccelsi.

29/02/2020 = Nella odierna visita gastroenterologica si decide in comune accordo con il Professore, che da ora in poi, visto la necessità di integrare B6, tolgo la versione orale ed il Dobetin 5000 e passo a Mionevrasi iniezioni (B1+B6+B12) ogni 15 giorni e tra 6 mesi faccio i controlli del caso. Anche la folina (B9), passa da una al mese a una ogni 15 giorni, incrociandosi con il Mionevrasi (mai assieme). Il tutto per cercar di far arrivare più vitamina B12 al cervello e rallentare l’atrofia dell’organo.

Leave a Reply